Coronavirus a Roma, contagiato medico del San Camillo

Coronavirus a Roma, positivo medico del San Camillo

Il Coronavirus è arrivato anche a colpire Roma, con la notizia dell’ennesimo contagiato: si tratta di un medico dell’ospedale San Camillo. Si è sentito male alla fine del turno di lavoro, è stato soccorso e attualmente si trova in osservazione sanitaria. Dodici colleghi tra medici e infermieri entrati in contatto con lui sono stati messi in isolamento precauzionale. L’uomo era da poco tornato da un viaggio nel Nord Italia.

Coronavirus a Roma, un contagiato San Camillo

Il caso non è isolato. In tutta la regione Lazio ci sarebbero oltre 42 operatori del personale sanitario in quarantena. La maggior parte sono nella capitale. Si tratterebbe di persone entrate in contatto o potenzialmente in contatto con pazienti risultati positivi al nuovo Coronavirus. Il numero preciso non è ancora noto, ma probabilmente è destinato a crescere. Inoltre, nella giornata di giovedì 5 marzo è risultato positivo anche un paziente che si è recato al pronto soccorso del San Filippo Neri.

Altro episodio che fa temere che ci sia stato un alto livello di contagio anche in quell’ospedale. Si tratta di un anziano con patologie pregresse, poi trasferito allo Spallanzani.

Infine, oltre a dodici medici e infermieri del San Camillo di Roma, sono in isolamento anche dieci dell’ospedale Sant’Andrea e cinque dell’ospedale San Giovanni, dove una donna deceduta è risultata positiva al primo tampone.