Coronavirus Roma, isoltati due istituti di suore: 59 sono positive

coronavirus Roma suore positive

A Roma 59 suore sono risultate positive al coronavirus e per questo sono stati isolati due istituti. Nello specifico si tratta dell’Istituto Figlie di San Camillo di via Agnanina a Grottaferrata, che ha registrato 40 casi con un ricovero, e dell’Istituto della Congregazione delle suore angeliche di San Paolo di Via Casilina, con 19 casi positivi su un totale di 21 suore che ne fanno parte. Le due strutture fanno capo rispettivamente alle Asl di Roma 6 e Roma 2. Un contagio di gruppo di sicuro facilitato dalla vita di comunità che svolgono le suore e dai contatti che possono aver avuto con i fedeli, nella maggioranza dei casi soggetti anziani.

Roma, 59 suore positive al coronavirus

L’assessore alla Sanità e l’Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, ha diffuso una nota ufficiale in cui si chiarisce il tipo di intervento che riguarderà i due istituti: “Sono stati isolati due istituti di suore con un totale di 59 casi positivi. Il primo Istituto è quello delle Figlie di San Camillo di via Anagnina a Grottaferrata dove sono risultate positive 40 suore e una di queste e’ ricoverata. Isolato anche l’istituto della congregazione delle suore angeliche di San Paolo sulla via Casilina a Roma dove sono 19 i casi di positività registrati su 21 totali. Di entrambe le situazioni e’ stato avvisato il Prefetto di Roma e avviate le indagini epidemiologiche delle Asl competenti e del SERESMI – Spallanzani (Servizio regionale per l’epidemiologia, la sorveglianza e il controllo delle malattie infettive)”. Una situazione che preoccupa e che si teme possa essere solo il primo esempio di una serie di casi simili.