Coronavirus, a Roma nel weekend 200 denunce della Municipale

Red/Sav

Roma, 23 mar. (askanews) - Nell'ambito del potenziamento dei controlli attuato dalla Polizia Locale di Roma Capitale per verificare il rispetto delle prescrizioni a tutela della salute pubblica, sono oltre 30mila le verifiche eseguite dagli agenti e 200 le persone denunciate in questo fine settimana, la maggior parte per spostamenti senza un valido motivo. Questa mattina le pattuglie hanno svolto già circa 10mila accertamenti e 14 i casi in cui è scattata la denuncia.

Disparate le scuse alle quali alludono i cittadini per farla franca, come quella di un uomo, fermato a piazza Venezia, che da Torino, con mezzi personali, ha dichiarato di essere venuto a Roma in pellegrinaggio. Non mancano gli sportivi che non hanno chiaro che l'attività motoria è consentita solo nelle vicinanze della propria abitazione. E' il caso di un uomo residente a Via Cassia, che faceva jogging a Via del Corso, o di un ciclista, che pedalava in tutta serenità in Via di Acilia ma era residente in zona Laurentina.

Chiuse diverse attività commerciali per mancata osservanza degli orari di chiusura imposti , come ad esempio un'esercizio di vendita di prodotti alimentari in zona Tor Pignattara e una frutteria in zona Balduina, i cui gestori sono stati denunciati.