Coronavirus a Roma: positivi medici e specializzandi del Policlinico Umberto I

coronavirus roma medici umberto I

Quattro medici e tre specializzandi del Policlinico Umberto I di Roma sono risultati positivi al coronavirus. La maggior parte di loro erano impiegati nel reparto di oncologia B e tutti dovranno, come la prassi prevede, rimanere in quarantena per quattordici giorni.

Coronavirus: positivi medici di Roma

A renderlo noto è stato l’assessorato alla Sanità e all’integrazione sociosanitaria della Regione Lazio. I loro esponenti hanno comunicato che tutte le vittime del contagio sono in buone condizioni e pertanto si trovano in isolamento domiciliare. Come di consueto le autorità sanitarie stanno provvedendo a identificare le persone con cui sono venute a contatto per fare su di loro le opportune verifiche.

Si tratta di tre studenti specializzandi, dell’oncologo Enrico Cortesi, di un suo collega e di un dirigente che fa capo ad un dipartimento diverso da quello oncologico. Del settimo contagiato non si hanno ancora notizie circa le sue generalità e il reparto in cui lavora. Cortesi si era sottoposto al tampone faringeo sabato 7 marzo e l’esito del test è arrivato nella mattinata di domenica. Essendo positivo, ha provveduto a fornire la lista di persone che ha incontrato nelle ultime due settimane tra cui i suoi pazienti.

Una di loro ha spiegato di essere andata da lui lunedì 2 marzo insieme alla sorella. “Come sempre è stato bravo professionalmente e cordiale sul piano umano, ma attento a evitare contatti come la stretta di mano“, ha spiegato. La donna ha inoltre specificato che per ora nessuno le ha chiesto di isolarsi o di sottoporsi al test.