Coronavirus, Romania a rischio "tsunami", aumentano i contagi

Dmo
·1 minuto per la lettura

Roma, 18 lug. (askanews) - Sulla Romania pende "uno tsunami" di contagi. L'avvertimento arriva da un direttore di un ospedale di Timisoara al terzo giorno di aumento dei casi nel Paese, con 777, 799 e 889 positivi registrati da met settimana. La situazione nel Paese stata complicata dalla decisione della Corte costituzionale romena in base alla quale le autorit non hanno il potere di imporre la quarantena, il ricovero o l'isolamento. La decisione ha portato alle dimissioni di 900 persone contagiate. Il presidente romeno Klaus Iohannis ha firmato un emendamento alla legge sulla quarantena che stabilisce che i pazienti possono essere monitorati per 48 ore al massimo, in seguito alle quali un medico deve stabilire se possono essere dimessi.