Coronavirus, Romeo (Lega): squallido teatrino Conte-Ceriscioli

Adm

Roma, 27 feb. (askanews) - La polemica tra Giuseppe Conte e Luca Ceriscioli è uno "squallido teatrino". Lo dice il capogruppo della Lega al Senato Massimiliano Romeo.

"Che squallido spettacolo - dice Romeo - quello a cui Conte e il suo governo da una parte, Ceriscioli dall'altra hanno costretto ad assistere i marchigiani, confusi e spaventati dalla diffusione del coronavirus anche nella loro regione. Anziché rassicurarli ed indirizzarli, in tre giorni hanno visto il presidente della Regione annunciare la chiusura delle scuole e l'inibizione degli eventi pubblici salvo poi essere smentito dal premier e costretto alla marcia indietro".

Aggiunge il presidente dei senatori leghisti: "Dopo nemmeno ventiquattro ore, ecco la reazione di Ceriscioli al "commissariamento" imposto da Conte e la promulgazione dell'ordinanza restrittiva, impugnata ieri dall'esecutivo al Tar delle Marche e, poco più di un'ora fa, sospesa dal tribunale interpellato. Tutto questo teatrino in barba alla salute e ai comprensibili timori dei marchigiani. Mentre la Lega fa proposte per contrastare l'emergenza, loro regolano i loro conti: meritano l'uno quanto l'altro di andare a casa senza ulteriormente mancare di rispetto ai cittadini marchigiani e italiani".