Coronavirus, Ronzulli (Fi): no a studenti di serie A e B

Pol/Bac

Roma, 26 mar. (askanews) - "Ormai a tutti appare scontato che l'anno scolastico è finito, ma il ministro dell'Istruzione ed il governo non hanno avuto il coraggio di comunicarlo agli alunni e alle loro famiglie. Lei, ministro, deve dire ora cosa accadrà dopo il 3 aprile, perché studenti e famiglie possano organizzarsi". Lo ha detto la vicepresidente dei senatori di Forza Italia, Licia Ronzulli, dopo le comunicazioni al Senato del ministro dell'Istruzione, Lucia Azzollina, sugli effetti dell'epidemia Coronavirus sulla Scuola.

"Non possiamo accettare - ha aggiunto - che ci siano studenti di serie A che hanno la possibilità, anche economica, di avere strumenti adeguati per seguire le lezioni on line, e studenti di serie B che invece non hanno mezzi adeguati. Non comprendiamo come il ministro dell'Istruzione abbia potuto oggi affermare che il 94 per cento degli studenti stia proseguendo a seguire le lezioni da casa attraverso i pc. E' un monitoraggio con tutta evidenza non rispondente alla realtà", ha concluso.