Coronavirus, ruba mascherine e le vende sul web: denunciato

Red/Nav

Roma, 20 mar. (askanews) - "Un'attività di marketing" a tutto tondo, insomma, quella scoperta ieri dalla Guardia di Finanza di Torino, che dopo una breve indagine ha denunciato il dipendente di una nota società a livello nazionale, anch'essa vittima dello stesso dipendente infedele, che, complice il delicato momento dovuto alla diffusione del "coronavirus", aveva pensato bene di "mettere su" un'attività in proprio dedicata alla vendita di mascherine ed altri prodotti igienizzanti.

I Finanzieri del Gruppo Torino, che hanno condotto l'intervento, hanno sorpreso in flagranza il cinquantenne mentre, poco distante dall'azienda dove giornalmente lavora, stava consegnando, dopo un'ennesima vendita, alcuni pacchi di mascherine ad un ignaro acquirente.

Particolare disdicevole, che andrà ad aggravare la posizione dell'uomo, il fatto che le mascherine rinvenute dagli inquirenti nel corso delle perquisizioni, sono risultate ampiamente scadute. Anche a questo particolare il dipendete ha però trovato una soluzione: con un lavoro certosino ha dapprima coperto la scadenza originale ed il logo aziendale e successivamente apposto un'etichetta con una scadenza posticcia. Tutta l'attività "post-lavorativa" veniva effettuata dall'uomo con l'auto aziendale.

L'uomo - si sottolinea - è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Torino per appropriazione indebita e frode in commercio.