Coronavirus, ruba mascherine per darle a parenti e farmacista

webinfo@adnkronos.com

Ruba mascherine dall'azienda in cui lavora per darle ai parenti e all'amico farmacista. In due, lui e il farmacista, sono stati denunciati dai carabinieri di Bergamo per furto e ricettazione di mascherine chirurgiche. Il 'ladro di mascherine' è un uomo di 44 anni, lavora in un'azienda che produce materiale sanitario della zona di Calcinate (Bergamo). 

Negli ultimi dieci giorni, si è recato al lavoro al mattino molto presto e, approfittando del buio, si è impossessato di alcune scatole contenenti circa 500 mascherine da chirurgo – dal valore commerciale di circa 100 euro, caricandole sulla propria auto e portandole via alla fine del proprio turno di lavoro. Fermato dai carabinieri di Calcinate, insieme ai militari del Nas di Brescia, ha fatto in tempo a distribuire le mascherine a parenti e conoscenti. Altre scatole erano destinate al titolare di una farmacia della zona, 59 anni, che a sua volta le aveva distribuite ai propri clienti, venendo denunciato per ricettazione. 

I dispositivi di protezione rinvenuti nel corso delle perquisizioni eseguite presso la farmacia e le abitazioni degli interessati sono sotto sequestro.