Coronavirus, Sacra Famiglia: se sfonda in Rsa sarà una Caporetto

Fcz

Milano, 23 mar. (askanews) - "Se il virus sfonda nelle Rsa, sarà una Caporetto". A prospettarlo è Paolo Pigni, direttore generale della Fondazione Sacra Famiglia, Onlus del Milanese attiva nel settore della cura e assistenza ad disabili e anziani. "Stiamo combattendo per proteggere i più fragili ma mancano mascherine e presidi e non possiamo fare tamponi", denuncia il manager ricordando che la sede centrale della Onlus, a Cesano Boscone, è finora stata risparmiata dal contagio.

"Stiamo facendo di tutto per tenere il virus fuori dalla porta - spiega ancora Pigni - istruendo i nostri dipendenti e adeguando la struttura per continuare ad assistere migliaia di persone fragili, le vittime predilette dal morbo. Ci atteniamo scrupolosamente a tutte le disposizioni che arrivano dalle istituzioni. Abbiamo chiuso tutto ai parenti, ai volontari: dall'esterno non arriva nessuno, e stiamo rivoluzionando parecchi reparti per creare aree di isolamento, in caso dovessero servire".

I costi sostenuti sono ovviamente ingenti: "Il problema della sostenibilità economica delle strutture sociosanitarie diventa via via più drammatico - continua Pigni - e vorremmo che in qualche modo il Welfare lombardo se ne rendesse conto. C'è la prima linea ospedaliera, di grande qualità e che sta dando il massimo, ma questa prima linea non potrà mai accogliere tutte le persone fragili e a rischio".