Coronavirus, Sala: "Non sottovalutiamo niente, ma no allarmismi"

webinfo@adnkronos.com

"Alcuni cittadini mi chiedono di chiudere gli uffici pubblici. E allora perché non gli stadi? O le aziende? O i negozi? Che differenza c’è? Stiamo seguendo questa crisi sanitaria con responsabilità, non sottovalutiamo niente, ma non vogliamo neppure fomentare allarmismi. Domani (domenica, ndr) mattina ci vedremo di nuovo in Prefettura e verificheremo il da farsi. Se sarà il caso di prendere misure specifiche, lo faremo". Così il sindaco di Milano Giuseppe Sala in un post su Facebook.  

"Nel frattempo io sono qui a lavorare. A fare tutto quello che posso - conclude -. Con serietà. E con spirito di collaborazione con le istituzioni che, più di me, conoscono le questioni relative alla gestione di questo virus".