Coronavirus, Sala: rischio conseguenze economiche parimenti gravi

Asa

Milano, 2 mar. (askanews) - "La responsabilità e il bastone di comando di questa crisi devono stare saldamente nelle mani del Governo e della Regione Lombardia e tutte le altre istituzioni, a cominciare dal Comune di Milano, devono collaborare a rendere questo compito il più efficace possibile", ma "dobbiamo renderci conto anche del fatto che non possiamo mettere completamente tra parentesi la nostra realtà lavorativa e produttiva per settimane e settimane senza rischiare di esporci a conseguenze che possono essere altrettanto gravi". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, durante il suo intervento in Consiglio comunale sul tema coronavirus.

"Per questo è necessario che anche il sindaco di Milano faccia il possibile perché gli animi e le volontà dei milanesi non si lascino prendere da uno sconforto e da un timore che blocchino oltre il dovuto l'energia della nostra città e di quella economia italiana che tanto dipende dai destini di Milano" ha continuato il primo cittadino.

"Sono il Governo e la Regione Lombardia a stabilire, giorno per giorno, ora per ora, le regole sanitarie per arginare e per superare la diffusione del coronavirus. Compito del Comune di Milano è eseguire quanto deciso cercando di dare l'esempio di quella collaborazione tra Istituzioni che oggi è il prerequisito fondamentale richiesto dai cittadini di fronte a una crisi di questo genere. Detto della chiarezza sulle responsabilità della gestione sanitaria, va anche ricordato che questa vicenda non conosce una sola verità" ha ribadito il sindaco.