Coronavirus, sale a 75 il numero dei casi positivi in Abruzzo

coronavirus abruzzo casi positivi

Coronavirus, guarda la mappa in tempo reale

Salgono a quota 75 i casi positivi al test del coronavirus in Abruzzo. É questo il dato preoccupante che emerge dai tamponi eseguiti nella notte tra il 10 e l’11 marzo nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara. In un solo giorno i nuovi casi positivi al COVID-19 sono in maniera esponenziale, come comunicato dal Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione.

Abruzzo, 75 i casi positivi al coronavirus

Nello specifico 2 dei nuovi casi positivi in Abruzzo riguardano la Asl Avezzano – Sulmona – L’Aquila. Si tratterebbe di 2 uomini. Sarebbero invece 4 i casi di positivi, 3 donne e un uomo, nella Asl di Lanciano – Vasto – Chieti, mentre sarebbero 13 i risultati positivi al tampone nella Asl di Pescara (7 donne e 6 uomini). A questi si aggiunge anche una donna il cui contagio da coronavirus è stato riscontrato dalla Asl di Teramo.

Negativo al test il governatore Marsilio

Sempre nella notte tra il 10 e l’11 marzo sono arrivati anche i responsi del tampone del presidente della Regione, Marco Marsilio, che è risultato negativo al COVID-19. Negativi anche i test dei suoi stretti collaboratori, che potranno dunque continuare con il loro lavoro in questo difficile momento per la regione.

Posti finiti negli ospedali

“Anche se non ho mai temuto di essere davvero contagiato, in un angolino riposto della mia testa il ‘tarlo’ di poter diventare l”untore’ della mia famiglia lavorava incessantemente e minava la serenità. Torno quindi a baciare e abbracciare mia moglie e mia figlia dopo giorni di autoisolamento e rapporti ‘a distanza’ pur nella stessa casa”, scrive su Facebook lo stesso Marsilio.

Lo stesso presidente della Regione Abruzzo invita poi tutti a rispettare in maniera rigorosa le misure di sicurezza, perchè la regione è al limite della capacità di ricovero: “Comincia un’altra giornata campale: purtroppo l’onda lunga dell’epidemia è arrivata, da quattro giorni il ritmo dei contagi e dei ricoveri in Abruzzo raddoppia quotidianamente, siamo già al limite della capacità di ricovero, con alcuni reparti chiusi o ridimensionati perché sono stati contagiati medici e paramedici, in prima linea come sempre. Dobbiamo mettere tutte le energie a disposizione di questa impresa. La collaborazione dei cittadini è essenziale: restate a casa! Tutti quelli che possono farlo, restino nelle loro abitazioni, evitino spostamenti e contatti non necessari, mantengano le distanze di sicurezza quando costretti a uscire e incontrare persone. Ce la faremo solo lottando tutti insieme, con senso di responsabilità!”