Coronavirus, salesiani ricordano il colera e si affidano a Maria

Ska

Roma, 23 mar. (askanews) - Domani, martedì 24 marzo, tutta la famiglia Salesiana pronuncia un atto di affidamento a Maria Ausiliatrice, rivolgendosi con fiducia alla potente intercessione della Vergine nei giorni difficili del coronavirus.

Ecco il testo diffuso nei giorni scorsi in tutte le case salesiane: "Cari confratelli, cara Famiglia Salesiana, cari giovani! In questi giorni — scrive il Rettor Maggiore, don Angel Fernández Artime — guardandoci attorno e ascoltando le varie notizie siamo tutti mossi da vera attenzione e compassione per ciò che sta accadendo attorno a noi, nelle nostre città e nei nostri paesi. Stando qui a Torino risuona forte nel mio cuore il racconto del 1854 in cui Don Bosco invita i giovani di Valdocco ad 'alzarsi in piedi' e dare una mano per l'epidemia del colera. Anche noi oggi non vogliamo restare seduti a guardare. Sento che questa sia l'occasione perché come Famiglia possiamo alzare le nostre mani e la nostra preghiera al Padre per intercessione di Maria Ausiliatrice".