Coronavirus, salgono a 6 i casi positivi in Liguria -2-

Red/Gtu

Roma, 26 feb. (askanews) - L'assessore alla sanità Sonia Viale ha ribadito il "contatto continuo tra Regione Liguria e il Ministero della salute anche sull'uso dei tamponi che possono essere impiegati in casi specifici". "Alisa, l'azienda sanitaria della regione Liguria - ha detto Viale - sta seguendo l'andamento di quanto sta accadendo sul territorio attraverso gli uffici di igiene e il 118. E' importante ribadire che tutti i cittadini devono fare riferimento al 112 la cui centrale è stata implementata con nuovo personale ed ora i tempi di risposta sono di 4 secondi di media. Stamani Alisa ha inoltrato ai medici di famiglia e ai pediatri la circolare per ribadire le regole principali per la presa in carico dei pazienti che non devono recarsi negli studi medici e ai pronto soccorso, ma telefonare al 112".

"Per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuale, cioè le mascherine - ha sottolineato Viale - Regione Liguria ha ricevuto la garanzia dal ministero sull'arrivo di un nuovo stock e nessuno resterà sprovvisto".

Il commissario di Alisa Walter Locatelli ha ricordato che "il sistema si sta muovendo in modo armonico e che sono in corso riunioni continue per implementare la conoscenza dei percorsi sanitari stabiliti da Regione Liguria a seguito dell'ordinanza. E non vi è nessun problema sulla disponibilità dei tamponi". (Segue)