Coronavirus, saltano prossime due udienze su depistaggi Cucchi

webinfo@adnkronos.com

A causa dell'emergenza coronavirus saltano le prossime due udienze sui presunti depistaggi nel caso Cucchi in cui sono imputati il generale Alessandro Casarsa, all’epoca dei fatti comandante del Gruppo Roma, e altri 7 carabinieri. Lo ha deciso il tribunale di Roma alla luce del decreto del'8 marzo sull'emergenza epidemiologica da Covid19. In particolare sono state revocate le udienze che erano fissate per il 16 marzo nell'aula bunker di Rebibbia e per il 18 marzo a piazzale Clodio. Restano al momento fissate dunque le successive udienze, a partire dal 23 marzo, "salvo eventuali ulteriori disposizioni legislative o organizzative da parte della presidenza del tribunale".