Coronavirus, Salvi: aumentato rischio smaltimento illecito rifiuti

Gtu

Roma, 17 giu. (askanews) - L'emergenza Covid-19 ha inciso anche sulla gestione dei rifiuti e in questo campo ha aperto ancora di pi le porte al rischio di infiltrazioni mafiose. "A breve avremo una relazione specifica, al momento, in base alle informazioni acquisite, emersa effettivamente una specificit del problema Covid per due profili che poi si intrecciano: uno riguarda l'aspetto normativo e quindi la necessit di seguire le procedure che sono indicate dai vari provvedimenti per la raccolta, lo smaltimento e le precauzioni da prendere riguardo ai rifiuti, l'altro riguarda gli effetti indiretti che derivano dalla situazione complessiva", lo ha detto il procuratore generale presso la Corte di Cassazione, Giovanni Salvi, in audizione la Commissione di inchiesta sulle attivit illecite connesse al ciclo dei rifiuti sulla gestione dei rifiuti legata all'emergenza Covid-19.

"Abbiamo infatti - ha spiegato il procuratore - avviato un lavoro in materia di crisi d'impresa a cui il tema si collega: l'emergenza probabilmente comporta un incremento di quei problemi che abitualmente rileviamo nella gestione dei rifiuti, perch la crisi d'impresa rende possibili condotte di smaltimento senza rispetto delle procedure, pi onerose, sia perch costituisce l'opportunit per chi si occupa di smaltimento illecito dei rifiuti di approfittare delle situazioni di crisi di alcune imprese". (Segue)