Coronavirus, Salvini: decreto non risolve problemi, va migliorato

Adm

Roma, 16 mar. (askanews) - Il decreto varato dal governo per l'emergenza Coronavirus è per molti versi insufficiente, secondo Matteo Salvini. Il leader della Lega durante una diretta Facebook afferma: "Stiamo lavorando in queste ore per aiutare il governo a migliorare quello che è uscito dal Consiglio dei ministri".

L'ex ministro fa un lungo elenco delle cose che non vanno. Per esempio, dice "con 1,3 mld e nove settimane di cassa integrazione ovviamente non si può dare un sostegno a tutti quelli che meritano un sostegno". Poi, "le partite iva da questo decreto hanno tutele minime". E ancora: "Non penso che 600 euro al mese e la sospensione del mutuo o dell'affitto salvino un'attività economica".

Aggiunge Salvini: "Miracoli non ne fa nessuno, non pretendiamo miracoli dal governo. Vogliamo essere collaborativi e propositivi, ma non ci si venga a dire che" il decreto "risolve i problemi. Speriamo di riuscire a migliorarlo. Molti si stanno lamentando per il fatto che c'è poco e molti ne sono esclusi".