Coronavirus, Salvini: Italia controlla, non si sa nulla di Paesi Ue

Bar

Roma, 5 mar. (askanews) - "Non è possibile che non ci sia lo stesso tipo di controllo in tutti i Paesi europei. In Italia si fanno i tamponi, i controlli, i ricoveri e nei paesi di fianco no. Non si sa nulla, non ci sono gli stessi standard". A lanciare l'accusa è stato il leader della Lega, Matteo Salvini, nel corso di una diretta video su Facebook.

"Ma come - ha aggiunto - non siamo una comunità? Non c'è la libera circolazione? Non c'è il trattato di Schengen? Non c'è il trattato di Dublino a proposito di immigrazione? Bene, ci dev'essere un protocollo comune quando c'è di mezzo la sicurezza pubblica. Anche perchè non vorrei che in Italia si stesse facendo tutto in maniera trasparente per garantire la vita e la salute e altrove magari si passasse sotto silenzio la situazione sanitaria per interessi economici e commerciali".