Coronavirus, Salvini a Mattarella: “In Lombardia servono più restrizioni”

Coronavirus Salvini restrizioni Lombardia

Matteo Salvini non è contento delle misure adottate dal governo Conte per affrontare l‘emergenza coronavirus e, in un video su Facebook indirizzato al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, chiede nuove restrizioni, soprattutto in Lombardia. A poco è servita dunque la telefonata che lo stesso Mattarella aveva fatto qualche giorno fa al leader della Lega per chiedergli di abbassare i toni della contestazione all’esecutivo in carica, visto lo stato di grande difficoltà che sta attraversando l’Italia. Messaggio ricevuto, ma forse non messo in pratica visto che nell’ultimo video postato sui social, Salvini esordisce con: “Ci rivolgiamo a lei perché altri non ci ascoltano”.

Salvini vuole più restrizioni in Lombardia

A “discolpa” di Salvini c’è da dire che tutto il centrodestra sembra essere unito sulla necessità che il governo adotti delle misure più forti in Lombardia, la regione maggiormente colpita in Italia dal coronavirus. Salvini vuole la chiusura di tutte le attività non vitali, appoggiando dunque il governatore della Lombardia Fontana, anch’esso leghista. E ancora: più mascherine per tutto il personale sanitario e per le forze dell’ordine, la pace fiscale di un anno per le partite Iva e poi la riapertura immediata del Parlamento. Su quest’ultimo punto, la compagnia di battaglia più forte della Lega è senza dubbio Giorgia Meloni, che ha più volte sottolineato come la classe politica debba mostrare professionalità in questo momento così delicato e dunque non bloccare il lavoro delle due camere.

La destra è tutta con Salvini

I deputati e senatori lombardi di Lega, FI, Fdi, Cambiamo! e Noi con l’Italia, condividerebbero poi tutti il seguente messaggio: “L’emergenza in Lombardia sta raggiungendo livelli ingestibili per il sistema sanitario che, nonostante tutte le implementazioni, sta arrivando al limite di capienza e di efficienza delle cure. È necessario intraprendere misure eccezionali. Sosterremo la Regione in tutte le misure restrittive che deciderà di adottare. Ci appelliamo al Governo affinché collabori attivamente dando risposte certe e celeri alle richieste puntuali avanzate dal Presidente Fontana”.