Coronavirus, Salvini: medici vanno premiati non indagati

Afe

Roma, 27 feb. (askanews) - "Con il presidente della Repubblica ho sottolineato che è vergognoso additare un medico, un sindaco, un governatore come un presunto colpevole. Proporrò che i medici e gli operatori che sono in prima linea vengano premiati e non indagati". Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini, in una diretta Facebook, dopo l'incontro con il capo dello Stato.

"E' vergognoso - ha aggiunto - giù le mani da sindaci, medici, infermieri, governatori, poliziotti, che stanno in prima linea e che sono al lavoro da giorni. Un vergognoso scaricabarile da parte di qualcuno che dovrebbe rispondere nel bene e nel male di quel che funziona e quel che non funziona".