Coronavirus, Salvini "Mi auguro 2 giugno Italia aperta"

Redazione
·1 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - "Se torniamo a una situazione di prudenza e sotto controllo, tornare a riaprire mi sembra di buon senso. Mi auguro che da qui al 2 giugno tutta Italia sia aperta". Lo ha detto Matteo Salvini, leader della Lega, ospite a Cartabianca su Rai3. "Se fossimo a un mese fa - ha aggiunto - oggi 13 regioni italiane sarebbero gialle con quei vecchi criteri scientifici che sono stati decisi dai medici, dai virologi, dal Cts fino al mese scorso. Poi è stato cancellato il giallo per prudenza in attesa dei vaccini. Va bene, però ad oggi, stando ai criteri che i medici hanno usato fino a un mese fa, che gli scienziati e Speranza usavano fino a un mese fa, ad oggi in mezza Italia ci sarebbero bar aperti e ristoranti aperti". Sull'arrivo dei vaccini, il leader della Lega ha sottolineato: "Non è una questione politica o di sensazione. Io oggi ho parlato con il generale Figliuolo, che è un generale degli alpini e ha la responsabilità della vaccinazione degli italiani, e se questo garantisce 45 milioni di dosi in arrivo io mi fido. Io di un generale degli alpini mi fido perché non ha colore politico. È al lavoro da 40 giorni, mentre Arcuri ha lavorato per un anno, mi sembra che la differenza sia evidente".

(ITALPRESS).

bla/ads/red