Coronavirus, Salvini: quarantena studenti da Cina cautela ovvia

Xpa

Palermo, 4 feb. (askanews) - "Quando c'è di mezzo la salute dei cittadini, si può avere 10 o 80 anni, ma un periodo di quarantena mi sembra una cautela ovvia". Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini, incontrando i cronisti a Palazzo dei Normanni di Palermo, parlando della richiesta dei governatori regionali leghisti sull'isolamento temporaneo degli studenti di rientro in Italia dalla Cina a causa del Coronavirus.

"Se chi rientra da una zona di guerra, perché di questo si tratta, per la salute pubblica mia e di chi mi circonda, debba avere qualche giorno di quarantena mi sembra banale. Non vedrei nulla di eccezionale - ha detto - tranne per chi vuole fare polemica".