Coronavirus, Salvini: stop fisco 2020 e via debiti Equitalia

Bar

Roma, 19 mar. (askanews) - La ricetta della Lega per affrontare la crisi economica generata dall'emergenza coronavirus si basa su uno stop totale del fisco e una cancellazione del pregresso dei debiti di cittadini e imprese con Equitalia (oggi Agenzia Entrare riscossione). Lo ha spiegato Matteo Salvini nel corso dui una diretta Facebook. "Chiudere tutto il più possibile - ha detto a proposito dei provvedimenti per il contenimento del contagio - però dando le garanzie agli italiani a cui si chiede un sacrificio. Si chiude per una settimana, per due, per un mese, per il tempo che i medici e gli scienziati riterranno necessario; però quando riapri le porte e le finestre del tuo negozio, della tua azienda, del tuo studio, del magazzino, della bottega, della tua partita Iva, devi avere uno Stato che ti garantisce innanzitutto per tutto il 2020".

Quindi, ha spiegato il leader leghista, "un anno bianco fiscale, sospendiamo per tutto il 2020 e ripartiamo dal 2021 in poi con ogni tipo di tributo, contributo, cartelle esattoriali o versamenti. Bisogna sospendere gli studi di settore. Ci vuole un anno di pace fiscale per tutti i lavoratori italiani, non per quattro giorni o per due mesi, chi non sta lavorando adesso non può pagare il primo giugno quello che non sta incassando". Salvini ha chiesto anche "la chiusura di tutto il pregresso con Equitalia per consentire alla gente di tornare a respirare e a lavorare una volta sconfitto il virus".