Coronavirus, seconda dose di vaccino per il capo dello Stato

·1 minuto per la lettura
mattarella-vaccino
mattarella-vaccino

Nella giornata di martedì 6 aprile il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato presso l’Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma per sottoporsi alla seconda dose di richiamo del vaccino anti Covid. Lo scorso 9 marzo il capo dello Stato aveva infatti ricevuto la prima dose del vaccino Moderna, mantenendo la promessa di rispettare il proprio turno di prenotazione fatta all’inizio della campagna vaccinale.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Vaccino, somministrato il richiamo a Mattarella

Durante il tradizionale discorso di fine anno infatti, il presidente Mattarella aveva annunciato che si sarebbe sottoposto al vaccino non appena sarebbe arrivato il suo turno sulla base del calendario della Regione Lazio. Il capo dello Stato, che il prossimo 23 luglio compirà 80 anni, era stato vaccinato subito dopo il via libera della regione alle somministrazioni per gli over 70.

Il richiamo al presidente della Repubblica segue di qualche giorno la somministrazione dl vaccino AstraZeneca al presidente del Consiglio Mario Draghi e alla moglie Maria Serenella Cappello, avvenuta lo scorso 30 marzo presso il centro vaccinale della stazione Termini di Roma. Sia Draghi che la moglie hanno 73 anni e hanno così avuto la possibilità di prenotare la vaccinazione per la loro classe di età.