Coronavirus, secondo caso per le istituzioni Ue, in Consiglio

Loc

Bruxelles, 4 mar. (askanews) - È stato confermato oggi a Bruxelles che un membro della sicurezza ("Information Security Unit") del Segretariato generale del Consiglio Ue è stato infettato dal nuovo coronavirus Covid-19, "a seguito di un contagio locale in Belgio". Il Consiglio Ue, di conseguenza, sta applicando i protocolli preparati per una tale situazione. Un messaggio di posta elettronica è stato inviato nel pomeriggio dal capo della Direzione generale Org (Sviluppo organizzativo e servizi) William Shapcott a tutto il personale, per metterlo al corrente della situazione.

Dopo quello rivelato nelle ultime ore riguardo a un membro dell'Agenzia europea della Difesa, questo è il secondo caso di un contagio accertato del coronavirus Covid-19 nelle istituzioni europee.

"Il collega sta ricevendo le cure mediche appropriate", si legge nella mail riguardante questo secondo caso. L'uomo, spiega la mail, "era al lavoro nel Segretariato generale del Consiglio prima di ammalarsi, quindi stiamo adottando le misure necessarie per limitare i rischi della trasmissione di Covid-19 ad altri. Ciò significa che stiamo identificando le persone con cui è stato in stretto contatto sul posto di lavoro da quattro giorni prima dell'insorgenza dei sintomi. Una volta identificate queste persone, il Servizio medico seguirà le valutazioni dei rischi individuali e fornirà loro istruzioni adeguate".

"Stiamo anche identificando le posizioni all'interno degli edifici del Segretariato generale del Consiglio in cui era presente il collega e assicurando un'adeguata igienizzazione", conclude la mail.