Coronavirus, secondo team cinese arrivato in Italia: “Noi onde dello stesso mare”

·1 minuto per la lettura
Coronavirus secondo team cinese
Coronavirus secondo team cinese

Alle 16:40 di mercoledì 18 marzo 2020 è arrivato a Malpensa il secondo team cinese composto da medici e specialisti che aiuteranno l’Italia a gestire l’emergenza coronavirus. Insieme a loro anche diverse migliaia di materiale sanitario che nei nostri ospedali inizia a scarseggiare.

Coronavirus: arrivato secondo team cinese

Ad annunciare il loro atterraggio è stata l’Ambasciata Cinese a Roma che ha postato una loro foto con allegato l’hashtag #ForzaCinaeItalia. “Siamo onde dello stesso mare, foglie dello stesso albero, fiori dello stesso giardino“: questo il messaggio con cui il gruppo di dodici persone si è presentato sul suolo italiano.

Ad attenderlo vi era il vicepresidente della Regione, Fabrizio Sala, e il sottosegretario alla Presidenza con delega ai Rapporti con le delegazioni internazionali Alan Christian Rizzi. Sul loro aereo erano presenti anche 400 mila mascherine, 5 mila indumenti protettivi medici, 30 ventilatori polmonari e 9 tonnellate di forniture. Tra queste guanti, occhiali protettivi, monitor e disinfettanti.

Tra gli esperti atterrati vi sono sette medici e tre infermieri e tecnici di rianimazione. Costoro fanno parte di un più ampio gruppo che raggiungerà il nostro paese dalla Cina e che è formato da 300 professionisti. Dato che ormai nella loro patria i contagi si sono quasi ridotti allo zero, giungeranno in Italia per dare supporto ai nostri medici e ospedali. Già nei giorni precedenti erano giunti in nove, tra cui esperti del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie e l’Ospedale della provincia di Sichuan. Con loro anche 31 tonnellate di forniture sanitarie.