Coronavirus, in Sicilia distribuiti oltre 29 milioni di dpi

Sav

Roma, 15 giu. (askanews) - In Sicilia prosegue la distribuzione - da parte della Regione - di dispositivi di protezione individuale e apparecchi sanitari. Dal primo marzo a ieri (14 giugno), sono stati consegnati - a strutture sanitarie, case di riposo per anziani, residenze sanitarie assistite, Comuni, Prefetture, Forze dell'Ordine, Esercito, ex Province, carceri, dipartimenti regionali, Confcommercio e Confesercenti - oltre 29 milioni e 383 mila pezzi.

In particolare, attraverso la Protezione civile della presidenza della Regione sono, stati distribuiti: oltre 20 milioni e 600 mila mascherine (chirurgiche, ffp2, Ffp3 e M95); 5 milioni e 149 mila guanti; due milioni e 166 mila dispositivi tra camici, calzari, tute e cuffie. Tra gli altri materiali distribuiti anche 414 mila tra occhiali e visiere, oltre 969 mila tamponi e kit diagnostici e 61 mila apparecchi sanitari.

I dpi e il materiale consegnato proviene da acquisti diretti della Regione e della Protezione civile nazionale, oltre che da donazioni di privati.

  • Dagospia lancia lo scoop: Belen ha scoperto tradimento dell'ex con una nota conduttrice
    Spettacolo
    notizie.it

    Dagospia lancia lo scoop: Belen ha scoperto tradimento dell'ex con una nota conduttrice

    In base a quanto riportato da Dagospia Belen Rodriguez avrebbe scoperto una "relazione clandestina tra Stefano De Martino e Alessia Marcuzzi"

  • Multa da record, ex consigliere: "Nemmeno con un missile"
    Notizie
    notizie.it

    Multa da record, ex consigliere: "Nemmeno con un missile"

    In base a quanto riportato dal verbale, redatto con i dati di un autovelox, la donna viaggiava a ben 703 km/h con la sua utilitaria.

  • Covid, matematica mostra "morti anomale in Italia"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Covid, matematica mostra "morti anomale in Italia"

    All’inizio dell’epidemia di Covid-19, in Italia si è verificato un “picco anomalo di decessi” mentre in Iran, mentre Singapore, Sud Corea, Qatar e Australia si sono registrati livelli eccezionalmente bassi.

  • E' morto il bambino di 10 anni rimasto ustionato durante un esperimento di chimica
    Stile di vita
    AGI

    E' morto il bambino di 10 anni rimasto ustionato durante un esperimento di chimica

    AGI - É morto, dopo oltre 1 mese di agonia, il bambino di 10 anni che il 27 maggio scorso si era gravemente ustionato durante un esperimento di chimica compiuto nella sua abitazione a Collegno, nel Torinese.Riccardo, ricoverato nella rianimazione dell'ospedale infantile Regina Margherita, aveva riportato il 60% di ustioni a testa, collo, torace e agli arti. Indagata per omicidio colposo la mamma. Nelle prossime ore il pubblico ministero Laura Longo verificherà un eventuale coinvolgimento della scuola e degli insegnanti. Di certo, l'esperimento di chimica era previsto nell'ambito della didattica a distanza, ma non è ancora chiaro se doveva essere di quel tipo. Il cellulare del piccolo è già stato sequestrato. Le condizioni del bambino erano apparse sin da subito molto gravi per le ustioni e per i rischi di infezione e aveva subito diversi interventi chirurgici.L'esperimento che stava effettuando era creare una serpentina da un miscuglio di bicarbonato, zucchero, sabbia e alcol. La mamma era con lui e lo stava assistendo ma la fiammata è partita all'improvviso.

  • Giorgio Medaglia trovato senza vita nel fiume
    Notizie
    notizie.it

    Giorgio Medaglia trovato senza vita nel fiume

    Il 34enne Giorgio Medaglia è stato ritrovato senza vita nelle acque del fiume Adda.

  • Meteo, lunedì caldo super ma pioggia in agguato
    Scienza
    Adnkronos

    Meteo, lunedì caldo super ma pioggia in agguato

    Nel corso della prossima settimana l'Italia vivrà un susseguirsi di cambiamenti atmosferici passando spesso da un estremo all'altro proprio come è avvenuto in questa prima parte dell'Estate. Già da lunedì è in arrivo una 'bomba calda' dall'Africa, poi però attenzione ad una possibile trappola temporalesca pronta a colpire alcune regioni. L'analisi del sito ilmeteo.it parte dalla giornata di lunedì 6 Luglio quando un promontorio dell'anticiclone africano riuscirà ad imporsi su buona parte del bacino del Mediterraneo centro occidentale. Per questo motivo ci aspettiamo una prevalenza di sole sul nostro Paese con un deciso aumento delle temperature con punte massime fin verso i 35°C specie sulle regioni tirreniche. Tuttavia non mancheranno dei rovesci specie tra Basilicata, bassa Campania e Calabria a causa di un vortice in allontanamento verso la Grecia che farà sentire ancora i suoi effetti. Dalla sera poi sono attesi dei temporali, localmente anche molto forti, sull'arco alpino centro orientale. Martedì 7 le condizioni meteo sono previste in peggioramento sulle regioni settentrionali per l'ingresso di correnti decisamente più fresche ed instabili in discesa dal Nord Europa con la possibilità di piogge e rovesci temporaleschi su Piemonte, Lombardia, Emilia Occidentale e Veneto. Da sottolineare anche le forti raffiche di Bora che spazzeranno le coste del medio alto Adriatico con mare molto mosso. Anche le temperature subiranno un deciso calo con valori che si porteranno leggermente sotto la media del periodo. Al Centro Sud invece prosegue la fase calda e soleggiata, anche qui però soffieranno intensi venti dai quadranti settentrionali. Da mercoledì 8 l'alta pressione è prevista in rinforzo sul nostro Paese, spazio quindi ad un maggior soleggiamento su tutti i settori salvo qualche nube di passaggio in più al Nord Ovest, ma senza precipitazioni di rilievo. Anche giovedì 9 e venerdì 10 avremo due bellissime giornate tipicamente estive con tanto sole e temperature diffusamente oltre i 29/30°C nelle principali città. Per il successivo weekend le incertezze aumentano, visto anche la distanza temporale, ma sembrerebbe che un nuovo vortice ciclonico possa impattare sul Nord Italia con il rischio di rovesci temporaleschi intensi dapprima sulle Alpi in estensione poi anche alle vicine pianure. Di questo però avremo modo di ripararne dei prossimi aggiornamenti.

  • Conti: "Se guardassi solo ai soldi, sarei già andato via da tempo"
    Notizie
    notizie.it

    Conti: "Se guardassi solo ai soldi, sarei già andato via da tempo"

    Carlo Conti ha rivelato di non aver mai pensato di passare alla concorrenza, nonostante la possibilità di poter ottenere dei guadagni più alti

  • Report Covid: Rt Italia sotto 1
    Salute
    Adnkronos

    Report Covid: Rt Italia sotto 1

    "Complessivamente il quadro generale della trasmissione e dell’impatto dell’infezione da Sars-Cov-2 in Italia rimane a bassa criticità con una incidenza cumulativa negli ultimi 14 giorni (dal 15 al 28 giugno) di 4,7 per 100.000 abitanti. A livello nazionale, si osserva una lieve diminuzione nel numero di nuovi casi diagnosticati e notificati al sistema integrato di sorveglianza coordinato dall’Istituto superiore di sanità rispetto alla settimana di monitoraggio precedente, con Rt nazionale inferiore a 1". E' quanto emerge dal report dell'Istituto superiore di sanità e del ministero della Salute, con i dati del monitoraggio della situazione in Italia nella settimana dal 22 al 28 giugno.  Le stime Rt, si spiega, tendono a fluttuare in alcune Regioni e province autonome in relazione alla comparsa di focolai di trasmissione che vengono successivamente contenuti. Si osservano, pertanto, stime superiori ad 1 in Regioni dove si sono verificati recenti focolai. Persiste l’assenza di segnali di sovraccarico dei servizi assistenziali.  Seppur in diminuzione, in alcune realtà regionali continuano ad essere segnalati numeri di nuovi casi elevati. Questo deve invitare alla cautela - si sottolinea - in quanto denota che in alcune parti del Paese la circolazione di Sars-Cov-2 è ancora rilevante. Nel dettaglio, sono tre le Regioni italiane dove si registra, relativamente alla settimana 22-28 giugno, un Rt superiore a 1: si tratta di Lazio (1.04), Veneto (1.12) ed Emilia Romagna (1.28). Inoltre, la Valle d'Aosta vanta un Rt pari a 0 e la Lombardia è a quota 0,89. E' quanto emerge dal report di monitoraggio Iss-ministero della Salute sull'epidemia di Covid-19 in Italia. "Sebbene le misure di lockdown in Italia abbiano permesso un controllo efficace dell’infezione da Sars-Cov-2, persiste una trasmissione diffusa del virus che, quando si verificano condizioni favorevoli, provoca focolai anche di dimensioni rilevanti" sottolinea il report.  "Il numero di nuovi casi di infezione rimane nel complesso contenuto. Questo avviene grazie alle attività di testing-tracing-tracking che permettono di interrompere potenziali catene di trasmissione sul nascere. La riduzione nei tempi tra l’inizio dei sintomi e la diagnosi/isolamento - si spiega - permette una più tempestiva identificazione e assistenza clinica delle persone che contraggono l’infezione". In Italia c'è un "controllo efficace dell’infezione da Sars-Cov-2, ma va mantenuta alta l’attenzione" raccomanda il report Iss-ministero della Salute.  "Si raccomanda di mantenere elevata l'attenzione e continuare a rafforzare le attività di testing-tracing-tracking in modo da identificare precocemente tutti i potenziali focolai di trasmissione e continuare a controllare l’epidemia. È fondamentale - si legge - mantenere elevata la consapevolezza della popolazione generale sulla fluidità della situazione epidemiologica e sull’importanza di continuare a rispettare in modo rigoroso tutte le misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione quali l’igiene individuale e il distanziamento fisico". In conclusione, la situazione descritta nel "report, relativa prevalentemente alla prima metà di giugno 2020, è complessivamente positiva con piccoli segnali di allerta relativi alla trasmissione. Al momento i dati confermano l’opportunità di mantenere le misure di prevenzione e controllo già adottate dalle Regioni e province autonome".

  • Zangrillo: "21 decessi in Lombardia? Non per il Covid"
    Salute
    Yahoo Notizie

    Zangrillo: "21 decessi in Lombardia? Non per il Covid"

    Per Zangrillo non sono morte a causa del virus le 21 vittime registrate giovedì 2 luglio in Lombardia.

  • Spettacolo
    AGI

    College e jet set, cosa lega Maxwell e il principe Andrea

    AGI \- Si fa sempre più delicata la posizione del principe Andrea, terzogenito della regina Elisabetta e Duca di York, nella vicenda Epstein, il miliardario pedofilo morto suicida in carcere negli Stati Uniti. L'arresto nel New Hampshire da parte dell'Fbi di Ghislaine Maxwell, ex protagonista del jet set britannico e amica storica di Andrea, rende sempre più remota la possibilità che il principe possa sottrarsi ancora a lungo alla richiesta degli inquirenti di interrogarlo nell'ambito delle indagini in cui ora gioca il ruolo di protagonista la Maxwell, accusata di complicità nei reati di stupro, di cospirazione e falsa testimonianza.E' stata individuata come una delle più attive nella cerchia di Jeffrey Epstein e, secondo l'accusa di molte delle vittime, era proprio lei a occuparsi del 'reclutamento'. Il principe si e' detto "sconcertato" -secondo fonti del suo entourage- per la richiesta della procura di New York di ascoltarlo. "Il team legale del duca di York eè sconcertato perche' si è messo in contatto per due volte con il Dipartimento della Giustizia statunitense e finora non ha ottenuto risposta" dicono le fonti.Il procuratore facente funzioni del distretto di New York, Audrey Strauss, ha dichiarato che sarebbe molto utile avere la testimonianza del principe Andrea, che "le porte sono ancora aperte" e che sarebbe felice di "ascoltare le dichiarazioni" del duca di York, una delle figure dell'alta società che Maxwell avrebbe presentato a Epstein. Ma per l'avvocato statunitense Gloria Allred, che rappresenta alcune delle presunte vittime di Epstein, il principe sta "evitando e sfuggendo" le autorità statunitensi. Poche settimane fa i procuratori americani lo hanno accusato di non collaborare nelle indagini, scatenando anche in quell'occasione le ire dei suoi legali. Adesso Andrea difficilmente potrà sfuggire a nuove pressioni e nuovi sospetti: Maxwell, che il principe conosce dai tempi del college a Oxford, viene definita una sua "cara amica".Fu lei a presentarlo a Epstein nel 1999, e anche se Andrea ha poi smesso di frequentare il finanziere, non ha mai interrotto i rapporti con la donna. Non più tardi dell'anno scorso hanno partecipato insieme a un'iniziativa pubblica, come ha ammesso lo stesso Andrea durante un'intervista alla Bbc a novembre, l'ultima apparizione prima di ritirarsi a vita privata dopo lo scandalo. Maxwell, ora in carcere a New York, era una figura di spicco non solo nella vita sociale britannica ma anche in quella newyorchese. Era lei che organizzava le feste nella casa di Epstein nell'Upper East Side.

  • Bonus bici diventa più 'ricco'
    Notizie
    Adnkronos

    Bonus bici diventa più 'ricco'

    “Con un emendamento, di cui sono prima firmataria, abbiamo esteso il fondo per il bonus bici di ulteriori 20 milioni in modo da scongiurare ogni ipotesi di click day. Un risultato importante che va ad accontentare chi ha usufruito in queste settimane dell'incentivo e che rischiava di rimanere escluso dal bonus, avendo avuto la misura un successo sopra ogni aspettativa. Già il governo aveva stanziato ingenti risorse che, secondo le stime, sarebbero stati sufficienti per l’acquisto di 450mila biciclette, ma i dati ci evidenziano come si sia arrivati, ad oggi, a quasi 600mila pezzi venduti". Lo dichiara Paola Deiana, deputata del MoVimento 5 Stelle e capogruppo in commissione Ambiente. "Cifre da capogiro - oltre ogni ottimistica previsione - che fanno presagire una nuova mobilità, finalmente sostenibile. Di fronte a tale richiesta non potevamo rimanere fermi, per questo abbiamo ritenuto fondamentale batterci per stanziare ulteriori 20 milioni di euro. Oggi è un bel giorno per l'ambiente, per la salute dei cittadini e per la mobilità sostenibile”, conclude Deiana.

  • Pedopornografia online, maxi operazione: arresti e perquisizioni
    Notizie
    Askanews

    Pedopornografia online, maxi operazione: arresti e perquisizioni

    Veri e propri pedinamenti virtuali per svelare identit nickname

  • La prof di Amici e il suo compagno non hanno ceduto alle tentazioni
    Notizie
    notizie.it

    La prof di Amici e il suo compagno non hanno ceduto alle tentazioni

    Anna Pettinelli e Stefano Macchi stanno ancora insieme? Le news sulla coppia dopo Temptation Island.

  • Covid, aumentano i contagi in Svizzera: pronte nuove restrizioni
    Notizie
    notizie.it

    Covid, aumentano i contagi in Svizzera: pronte nuove restrizioni

    In Canton Ticino è stato reintrodotto il divieto di assembramento fino al prossimo 19 luglio, a seguito di due nuovi focolai scoppiati nella zona.

  • I due ex rivali al Grande Fratello Vip sono tornati all'attacco
    Notizie
    notizie.it

    I due ex rivali al Grande Fratello Vip sono tornati all'attacco

    Sossio Aruta attacca Antonio Zequila. L'ex calciatore vuole zittirlo con una grande soddisfazione.

  • Bennato: "Il futuro mi preoccupa, vivo per mia figlia"
    Spettacolo
    Adnkronos

    Bennato: "Il futuro mi preoccupa, vivo per mia figlia"

    "Ho una figlia adolescente, il futuro mi preoccupa e non posso più permettermi di essere un pazzaglione". Così Edoardo Bennato in un'intervista al 'Corriere della Sera' spiega le ragioni del suo ultimo libro 'Girogirotondo. Codex latitudinis' uscito a giugno per Baldini+Castoldi. "Canto ancora cose provocatorie, sto registrando un album per settembre, ma mi sento responsabile verso una bambina che si affaccia al mondo", dice il cantautore riferendosi alla figlia quindicenne Gaia.  "Dal mio balcone a Napoli, sto guardando Capri, il mare è piatto, non c'è vento, tutto sembra fermo, invece, la Terra sta ruotando su se stessa a 1.700 chilometri all'ora, intorno al Sole a 100mila chilometri e si muove con il sistema solare a un milione di chilometri all'ora. Questo assurdo dovrebbe essere il presupposto per capire la realtà. E leggendo il codice latitudinale della Terra si spiegano poveri e ricchi, buoni e cattivi", precisa Bennato spiegando così il sottotitolo 'Codex latitudinis' del libro. "Racconta l'umanità delle nostre latitudini che ha progredito dovendo aguzzare l'ingegno per adattarsi a climi mutevoli o ostili". Il libro è anche un po' un'autobiografia: "Ho dovuto spiegare come sono arrivato qui. A 13 anni, avevo già girato il mondo su una nave da crociera suonando coi miei fratelli. E ho sempre viaggiato, per capire al di là della retorica. Ho conosciuto Salvador Allende, Fidel Castro, e ho scritto 'Arrivano i buoni': 'Arrivano finalmente e hanno già fatto un elenco dei cattivi da eliminar... Ah Ah'". E adesso come padre dice di seguire "le indicazioni di mamma: sono affettuoso. Ma Gaia ha preso il suo posto e mi dà consigli: sembra che io guidi lei, ma lei guida me".

  • Il premier a a San Cosimato per l'inaugurazione del cinema in piazza
    Politica
    notizie.it

    Il premier a a San Cosimato per l'inaugurazione del cinema in piazza

    Giuseppe Conte è arrivato a sorpresa a piazza San Cosimato, a Roma, in occasione della serata inaugurale dell'arena dei ragazzi del Cinema America

  • Massimo Ghini: "Ora basta con Raggi, una democristiana"
    Notizie
    Adnkronos

    Massimo Ghini: "Ora basta con Raggi, una democristiana"

    "Alla politica, a Roma, serve in fondo un grande progetto. Grandi idee, grandi sogni, grandi speranze". Parla così l'attore Massimo Ghini in un'intervista a 'Sette', dicendosi "molto orgoglioso" di quello che è riuscito a innescare dopo avere annunciato provocatoriamente in un'intervista all'Adnkronos di fine maggio scorso di essere pronto a candidarsi a sindaco di Roma. "Era una battuta ma neanche troppo", dice Ghini, che definisce "democristiana" la sindaca Virginia Raggi. "Io, se facessi una campagna elettorale, della Raggi non parlerei neanche - spiega l'attore - Tanto quello che ha fatto è sotto gli occhi di tutti, inutile pure ripeterlo. Lo sa dove sta lo stile democristiano? Nelle piccole cose, che il mio occhio allenato alla politica è in grado ancora di scovare. Qualche strada che iniziano ad asfaltare all’improvviso, i bidoni della spazzatura che per magia sono un po’ più puliti… Il tutto, guarda caso, quando manca poco alle elezioni. Vecchio stile democristiano". Ghini, che veste i panni di un procuratore sportivo in 'La volta buona' di Vincenzo Marra uscito ieri, è costretto a interpretare ancora una volta un personaggio negativo. "È colpa mia perché me le sono sempre andate a cercare. E rispetto a molti colleghi, soprattutto della mia generazione, ho anche avuto un po’ più di coraggio ad accettare certe parti, come dire, scomode", osserva Ghini, che sul profilo di whatsapp ha una foto con l'ex presidente Napolitano: "Il giorno del premio De Sica. Napolitano me lo consegnò con un grande sorriso negli occhi. Conosceva sia mio papà che mia mamma, che lavorava al cerimoniale di Stato all’aeroporto di Fiumicino. Le direttive all’epoca erano di trattare con i guanti bianchi i democristiani e un po’ meno bene i comunisti. Ma mia mamma trattava benissimo anche i comunisti". Ghini, comunista fin dalla nascita, racconta che quando nel 1996 Prodi vince le elezioni, "nel mondo del cinema si inizia a spargere il timore che, avendo io un’amicizia antica con Veltroni, che stava per diventare vicepremier e ministro della Cultura, ovunque avrei iniziato a comandare". Ma non è stato così: "Da quel giorno ho smesso di lavorare con la Rai. Mi avrebbe riportato nel giro della tv un berlusconiano diventato amministratore della Eagle Pictures, Giampaolo Sodano. Uno che mi apprezzava perle qualità artistiche. Senza chiedere nulla in cambio".

  • Caso Marò, il commento di Girone a seguito della decisione dell'Aia
    Notizie
    notizie.it

    Caso Marò, il commento di Girone a seguito della decisione dell'Aia

    Il marò Salvatore Girone ha commentato la sentenza del Tribunale che ha riconosciuto l'immunità dei due fucilieri: "Sono stati quasi incredulo".

  • Grosseto, 15enne violentata: indagati tre minorenni
    Notizie
    Adnkronos

    Grosseto, 15enne violentata: indagati tre minorenni

    Tre avvisi di garanzia con l'accusa di violenza sessuale di gruppo. E' questo il primo passo ufficiale della Procura dei minori di Firenze, guidata dal procuratore capo Antonio Sangermano, nei confronti dei ragazzi ritenuti responsabili del presunto stupro commesso ai danni di una quindicenne durante una festa in un'abitazione a Marina di Grosseto. Un'adolescente che loro conoscevano bene, perché frequentavano gli stessi ambienti scolastici e perché spesso facevano parte dello stesso gruppo nelle ore di svago.  La ragazzina ha denunciato gli abusi e i presunti responsabili, che hanno 16 e 17 anni. Secondo il racconto fatto dall'adolescente - che dopo la denuncia presentata dai genitori è stata ascoltata dalla polizia con l'assistenza di uno psicologo come riferisce "La Nazione" - durante una festa che era stata organizzata sabato sera sarebbe stata fatta entrare nel bagno dell'abitazione e lì i tre minorenni avrebbero compiuto la violenza, forse utilizzando anche degli oggetti trovati nella stanza. Uno di loro avrebbe fatto da palo, restando sulla porta, così da assicurarsi che nessuno potesse entrare. La violenza sarebbe stata anche ripresa con un telefonino e il video fatto poi girare sui social, soprattutto su gruppi Whatsapp. Il video è stato poi rimosso ma è finito ugualmente tra gli elementi in possesso della squadra mobile grossetana.  Gli accertamenti vanno avanti nel riserbo più assoluto - e la prima cosa da verificare resta appunto l'esatto svolgimento dei fatti -, ma non è escluso che i tre minorenni adesso accusati della presunta violenza sessuale possano essere anche gli autori degli atti vandalici commessi nel corso della stessa notte sul litorale con lettini tagliati, ombrelloni divelti e anche gomme di un'auto e di un furgone squarciate. Un raid che si sarebbe concluso con l'aggressione a danno di tre giovanissimi turisti aretini, due dei quali rimasti feriti. Uno in particolare, un quindicenne, ha avuto la frattura della mandibola ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico nell'ospedale di Siena. Su questi episodi indagano i carabinieri.

  • Rapporti intimi in hotel: nuovi contagi in Australia
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Rapporti intimi in hotel: nuovi contagi in Australia

    Trentuno dei nuovi contagi proveniva dallo Stamford Plaza di Melbourne, un hotel dove passavano la quarantena coloro che rientravano da viaggi all'estero.

  • 38enne tunisino in fin di vita all'ospedale di Mestre
    Notizie
    notizie.it

    38enne tunisino in fin di vita all'ospedale di Mestre

    Protagonista un 38enne tunisino: molesta i clienti di un bar a Jesolo e viene picchiato a sangue da un gruppo di giovani.

  • L'ultimo saluto a Diego ed Elena sabato 4 luglio
    Notizie
    notizie.it

    L'ultimo saluto a Diego ed Elena sabato 4 luglio

    L'ultimo saluto ai gemelli uccisi dal padre avverrà sabato 4 luglio: a Gessate lutto cittadino per i funerali di Diego ed Elena.