Coronavirus, Sileri: i 2 cinesi stanno bene, mascherina non serve

Sav

Roma, 31 gen. (askanews) - "Il Ministero della Salute, con tutti gli attori implicati nella gestione di una eventuale emergenza, lavora da giorni ad organizzare il sistema" per fronteggiare l'arrivo in Italia del coronavirus: "Medici di base informati, reparti di malattie infettive allertati, processo per la conferma di eventuali contagi attivato. Al tavolo della task force al Ministero è presente anche la Protezione civile: la gestione deve essere fatte capillarmente da più soggetti, non solo dal personale sanitario. Quello che importa è la risposta e conoscere i protocolli". Lo ha detto a Radio Anch'io su Radio 1 il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri.

I due cinesi risultati positivi al coronavirus ieri a Roma, ha spiegato, "sono in buona salute, ora dovranno aspettare la guarigione. Sono atterrati il 23 a Malpensa: dal 23" per i passeggeri arrivati in aereo dalla Cina "veniva già riempita una carta allo sbarco, nella quale veniva chiesto ai cinesi dove sarebbero andati, una traccia. Ora verrà ripercorso a ritroso il percoso che hanno fatto e si capirà dove sono stati".

"La mascherina? E' una stupidaggine enorme, non serve", ha concluso Sileri.