Coronavirus, Sileri: “Torneremo alla normalità solo quando ci sarà il vaccino”

coronavirus sileri normalità

La riapertura dopo il coronavirus e il ritorno alla normalità sono i due temi più discussi negli ultimi giorni in seguito al calo dei contagi. Il monito degli esperti, però, è quello di non abbassare la guardia per evitare il verificarsi di contagi di ritorno come è avvenuto in Cina. Qualcuno, inoltre, ipotizza una possibile seconda ondata, mentre il viceministro della Salute Sileri ritiene che si possa tornare alla normalità solo quando ci sarà un vaccino contro il coronavirus.

LEGGI ANCHE: Dalla Cina: "Il sangue dei guariti funziona"

VIDEO - Coronavirus, il vaccino supera il primo test

Coronavirus, Sileri sul ritorno alla normalità

Il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, intervistato da Radio Capital ha confessato che il ritorno alla normalità dopo il coronavirus potrà avvenire solo quando avremmo a disposizione un vaccino. “Fino a quel momento – ha detto a Circo Massimo – dovremo avere accuratezza nei contatti e senso di responsabilità, che guiderà la ripresa e la riapertura delle attività”. Una ripresa e una riapertura che dovranno essere graduali e scaglionate, come ha più volta riferito il premier Conte.

LEGGI ANCHE: Farmaco anti coronavirus: speranza da un medico apparso su Netflix

“Lo tsunami che ha colpito il nord Italia si sta lentamente ritirando – ha aggiunto ancora il viceministro -. E il blocco ha impedito che si diffondesse al sud. Cala la pressione sul Sistema sanitario nazionale”.

Sul caso del “Pio Albergo Trivulzio“, invece, “aspetterei le conclusioni degli ispettori – ha detto Sileri -. Ma dove ci sono criticità nelle Rsa è giusto andare a controllare. E Milano non è l’unico caso: anche in Sicilia, a Catanzaro e nel Lazio ci sono situazioni simili”.

LEGGI ANCHE: Patente d'immunità, test sul mercato alla fine di aprile

VIDEO - Coronavirus e vaccini, da Pittsburgh ok primi test su animali