Coronavirus, Simeone (FI): Lazio, la Asl Latina esca dal bunker

Bet

Roma, 20 mar. (askanews) - "In queste ore stiamo ricevendo numerose testimonianze sulla mancanza di mascherine nelle strutture sanitarie della provincia di Latina". A lanciare l'ennesimo allarme è, in una nota, Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare. "Dal Poliambulatorio di Cisterna all'ospedale Fiorini di Terracina mi sono giunte grida di dolore dal personale medico ed infermieristico che lamenta l'assenza dei dispositivi di protezione individuale più elementari. A Cisterna in particolare 70 mascherine chirurgiche sarebbero state usate per 7 giorni da ben 14 sanitari. Una situazione insostenibile per non dire vergognosa" denuncia. "Mi rivolgo in particolare ai dirigenti della sanità pontina, barricati nei piani alti dell'Asl di Latina, rinchiusi nel loro bunker a ragionare sui massimi sistemi. Evidentemente non si sono resi conto che siamo in 'guerra'" dice Simeone spiegando: "abbiamo provato a scuotere l'Asl dall'immobilismo che l'ha caratterizzata per buona parte di questa fase emergenziale".