Coronavirus: sindacati bancari pronti a sciopero, 'dipendenti non in sicurezza' (2)

Coronavirus: sindacati bancari pronti a sciopero, 'dipendenti non in sicurezza' (2)

(Adnkronos) – Senza risposte, "ci riterremo liberi di assumere, a partire dalla giornata di martedì 24 marzo, ogni necessaria iniziativa di tutela dei nostri rappresentati", scrivono ancora nella lettera i segretari generali di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin. "Vi abbiamo espresso una forte e unitaria richiesta di chiusura, per almeno 15 giorni, di tutti gli sportelli bancari, che oggi rappresentano purtroppo punti di diffusione del contagio; a tale richiesta ci avete risposto negativamente". Le banche sono considerate dal Dpcm servizi essenziali.

Nel protocollo con l'Abi, fanno notare i sindacati, si era deciso che la prosecuzione delle attività produttive potesse avvenire "solo in presenza di condizioni che assicurino alle persone adeguati livelli di protezione”. Le mascherine chirurgiche "rientrano tra questi dispositivi di protezione individuali necessari; dispositivi che, insieme a gel igienizzante e guanti, sono peraltro già da tempo in uso generalizzato nei supermercati, ma a tutt’oggi non sono in dotazione dei lavoratori del nostro settore, che pertanto non operano in condizioni di sicurezza".

Ne è conferma, sottolineano i sindacati, "il numero di operatori bancari già contagiati".