Coronavirus, sindacati a Conte: sospendere attività non essenziali

Vep

Roma, 21 mar. (askanews) - "Le chiediamo di valutare la possibile necessità di misure ancor più rigorose di sospensione delle attività non essenziali in questa fase per il nostro Paese". E' quanto scrivono in una lettera al premier Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo per Cgil, Cisl e Uil. I tre sindacalisti si sono poi confrontati in video conferenza con il premier Giuseppe Conte. A una settimana dalla stipula del Protocollo condiviso sulle misure da attuare per il contenimento dei contagi negli ambienti di lavoro e davanti a una situazione che vede ancora i contagi crescere ogni giorno i sindacati chiedono al governo una "verifica comune sugli effetti applicativi che tale intesa ha determinato nel Paese".