Coronavirus, sindaci Milanese: chiarire apertura palestre a agonisti

Red-Asa

Milano, 4 mar. (askanews) - Ottanta sindaci della Città Metropolitana di Milano hanno sottoscritto questa mattina una lettera inviata al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per chiedere chiarezza in merito all'apertura dei centri sportivi per gli agonisti, seppur a porte chiuse, nonostante l'emergenza coronavirus. Nella missiva si invita inoltre il Governo a riconsiderare il provvedimento che lo permette. "È una richiesta di chi si trova in prima linea ad affrontare l'emergenza Covid-19 a fare ulteriore chiarezza e a riconsiderare questo provvedimento che in questo momento appare non in linea con le altre giuste misure adottate" ha commentato in una nota il sindaco di Segrate, Paolo Micheli.

"Permettetemi un'ulteriore considerazione personale e un invito al senso di responsabilità rivolto ai presidenti e ai dirigenti della associazioni e delle società sportive del territorio. Il Decreto consente gli allenamenti a porte chiuse in vista delle prossime partite, dunque nessuno può vietarlo, sindaci compresi. In questi giorni però serve consapevolezza, serietà e senso di appartenenza a una comunità. Bene hanno fatto diverse Federazioni sportive a sospendere le gare, benissimo ha fatto il Csi Milano che ha sospeso le partite e anche gli allenamenti. Bene farebbero anche le singole società sportive a prendere decisioni ponderate, per evitare ulteriormente possibilità di diffusione della malattia" ha aggiunto.