Coronavirus, sindaco Bologna incontra sindacati e imprese

Pat

Bologna, 26 feb. (askanews) - Nei giorni dell'emergenza per la diffusione in Emilia-Romagna del Coronavirus, le istituzioni, i sindacati e le associazioni di categoria devono dimostrare che "Bologna è forte" e quindi dobbiamo dare "per primi l'esempio che la vita prosegue". Lo ha detto il sindaco di Bologna, Virginio Merola, che ha incontrato i segretari di Cgil, Cisl e Uil e i rappresentanti di Confidustria Emilia Centro, Alleanza Cooperative Italiane di Bologna, Cna, insieme agli assessori alla sanità e al lavoro, Giuliano Barigazzi e Marco Lombardo.

"Ho trovato in loro quel senso di responsabilità e di concretezza che, mi auguro, tutti sapremo mettere in atto - ha spiegato Merola al termine dell'incontro -: dai cittadini a chi ha responsabilità politiche, sanitarie o amministrative. E' importante che le cittadine e i cittadini sappiano e siano consapevoli che l'amministrazione comunale e tutti gli altri attori del territorio, insieme, sono al lavoro e hanno le idee chiare. Informiamoci attraverso i canali istituzionali e i mass-media".

Bologna "non si ferma - ha aggiunto il sindaco -. Siamo una città che vive di relazioni con il mondo, il nostro tessuto economico e imprenditoriale è forte: diamo per primi l'esempio che la vita prosegue".