Coronavirus, sindaco Verona: China Telecom dona duemila mascherine

Bnz

Verona, 18 mar. (askanews) - Uno scatolone con su scritto 2Amici sempre" proveniente dalla sede italiana di China Telecom. Un gesto di solidarietà e vicinanza che, in questo periodo di emergenza, fa la differenza, anche per il suo valore simbolico. La società ha regalato al sindaco di Verona una fornitura di 2 mila mascherine chirurgiche che verranno utilizzate dai dipendenti comunali che lavorano a contatto con il pubblico. Operatori degli sportelli dunque e dei servizi sociali, ma anche agenti di Polizia locale. I dispositivi sanitari, sempre più difficili da reperire, saranno uno strumento aggiuntivo alle norme già adottate, come il rispetto delle distanze di sicurezza.

I rapporti con la compagnia cinese sono nati nel corso del gemellaggio tra Verona e Hangzhou. La delegazione scaligera guidata dal sindaco Federico Sboarina, lo scorso settembre aveva visitato la sede di China Telecom, il più grande gruppo di telecomunicazioni al mondo. Un mese dopo i rappresentanti della compagnia erano a Verona per siglare un protocollo d'intesa con il Consorzio Zai per l'evoluzione dell'attuale Rete Telematica Interportuale.

"Reperire le mascherine è diventato sempre più difficile - ha spiegato il sindaco -, ecco perché voglio ringraziare China Telecom e i suoi dirigenti in Italia per il dono che ci hanno fatto. Numerosi dipendenti comunali sono al lavoro per portare avanti la macchina amministrativa e garantire i servizi essenziali, la tutela della loro salute è una delle nostre priorità. Così come lo è quella degli utenti con cui vengono a contatto. Con questa fornitura di dispositivi sanitari garantiremo la sicurezza di tutti"