Coronavirus, Singapore: bancario contagiato, 300 colleghi a casa

Mos

Roma, 12 feb. (askanews) - Circa 300 dipendenti della banca DBS, la principale di Singapore, sono stati evacuati in fretta a furia dopo che un loro collega si è ammalato di polmonite virale da nuovo coronavirus. Lo scrive la BBC.

I 300 lavorano tutti allo stesso 43mo piano della banca e sono stati rimandati a casa. Non in ferie, naturalmente: lavoreranno da casa "come misura precauzionale", si legge in un comunicato dell'azienda.

A Singapore sono stati registrati 47 contagi finora. Il bancario della DBS ammalato è stato analizzato ieri ed è arrivata oggi la conferma che è coronavirus.