Coronavirus, Sisto(Fi), in Aula voto per delega a capigruppo

Adm

Roma, 21 mar. (askanews) - Per garantire l'operatività del Parlamento e limitare i rischi di contagio si potrebbe usare lo strumento della delega al capogruppo. Lo dice il deputato di Fi Francesco Paolo Sisto.

"In questi giorni sta prendendo corpo, spinto da un 'neopopulismo' d'occasione, un dibattito sul 'Parlamento che non funziona'. A questo proposito, rilevo che a Bruxelles è stato vietato l'accesso dei parlamentari europei proprio per l'impossibilità di controllare il rischio di contagio".

Sottolinea Sisto: "In questo contesto, il 'voto per delega' al Capogruppo è una soluzione che consentirebbe di evitare l'incostituzionale (articolo 72 della Costituzione) e non consentito (articolo 49 del Regolamento) 'voto online'. La delega, che deve essere limitata ai casi di epidemia grave e certificata, certifica la volontà del singolo parlamentare e dovrebbe riguardare ciascun emendamento e il voto finale, per cadere nel momento in cui il Parlamentare decidesse di presenziare in Aula".

Conclude il parlamentare di Fi: "Il 'mal comune mezzo gaudio' di qualche profeta mediatico dei giorni nostri merita una risposta non 'a corto circuito' ma di equilibrio fra esigenze di funzionamento delle istituzioni e tutela delle persone (e dei loro cari) che sono al loro interno".