Coronavirus, in Spagna ridotto il periodo di isolamento per i positivi

·1 minuto per la lettura
Covid Spagna ridotta quarantena
Covid Spagna ridotta quarantena

L’emergenza coronavirus torna a fare paura in tutta Europa, con contagi in netto rialzo. La variante Omicron è sempre più diffusa, intensificando i pesanti effetti della quarta ondata. La nuova mutazione si caratterizza per la sua alta contagiosità, ma fortuntamente – stando a quanto emerso dai primi studi condotti – genera forme meno violente della malattia. Così la Spagna, che sta subendo un progressivo incremento dei nuovi positivi giornalieri, dopo aver nuovamente introdotto l’obbligo di mascherina all’aperto, ha ridotto il periodo di quarantena per chi risulta positivo al Covid-19.

Covid, in Spagna ridotta la quarantena

Mentre in Italia si discute sull’ipotesi di modificare la quarantena per i cittadini vaccinati, la Spagna mette in atto lo stesso provvedimento.

Il Paese iberico, infatti, riduce la quarantena per chi è positivo al Covid da 10 a 7 giorni.

Covid, in Spagna ridotta la quarantena: l’annuncio

In Spagna i positivi al Covid-19 saranno in isolamento per una settimana e non più 10 giorni. La decisione è stata presa dalla Commissione di Salute Pubblica, che riunisce le Comunità autonome della Spagna e il ministero della Sanità

La volontà di modificare il periodo di quarantena per i cittadini infettati dal virus è stata espressa “all’unanimità”.

Covid, in Spagna ridotta la quarantena e la capienza negli stadi

La Spagna riduce la quarantena, ma non solo: a causa dell’aumento dei contagi, diminuisce la capienza negli stadi.

La capienza negli impianti sportivi all’aperto scende al 75% (prima era del 100%) e al 50% per quelli al chiuso (e non più 80%).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli