Coronavirus, Spena (Fi): non dimenticare farmacisti

Pol/Bac

Roma, 19 mar. (askanews) - "Oltre a medici e sanitari, che non finiremo mai di ringraziare per il prezioso lavoro che stanno svolgendo, c'è un'altra categoria che si impegna in prima linea a favore dei cittadini, rischiando la propria salute e la propria incolumità, è quella dei farmacisti, immediato ed essenziale punto d'incontro fra pubblico e sanità, a loro infatti si rivolgono in tanti per avere consigli su medicinali e sintomi da Covid-19". Lo afferma, in una nota, la deputata di Forza Italia Maria Spena.

"Professionisti esposti, purtroppo, in modo esponenziale ad aggressioni e furti, nelle ultime due notti a Roma ben cinque farmacie sono state rapinate o saccheggiate, subendo la forzatura di serrande e la rottura di vetrine, con i costi che ne conseguono e la sottrazione di farmaci generici e fondo cassa. Il paradosso è che i rapinatori entrano con il volto coperto proprio da quelle mascherine che per i farmacisti, così esposti, sono tuttora introvabili. Il governo non può e non deve lasciarli soli, attui subito delle misure di sicurezza e sorveglianza delle forze dell'ordine ad essi dedicata", conclude.