Coronavirus, Speranza: Farnesina al lavoro per italiani bloccati

Gtu

Roma, 28 gen. (askanews) - "La Farnesina e la sua unità di crisi sono al lavoro" per risolvere la questione degli italiani bloccati in Cina a causa del diffondersi del nuovo coronavirus, comunque il ministero della Salute "è stato sin dall'inizio coinvolto, ma entreremo 'in funzione', come Servizio sanitario nazionale nel momento in cui i connazionali torneranno in Italia per seguire i protocolli previsti a livello internazionale": lo ha spiegato il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine della presentazione del progetto Airalzh per il finanziamento di studi di ricerca sull'Alzheimer.

Riguardo alle misure possibili, compresa la quarantena, anche restando in Cina, Il ministro ha dichiarato che "sono allo studio varie ipotesi ma, come ho detto, la questione è nelle mani della Farnesina, che è in collegamento costante con l'ambasciata italiana a Pechino".