Coronavirus, Speranza "Rimane linea di massima cautela"

Redazione
·2 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - "Dovremo valutare i dati dei prossimi giorni. E' comprensibile che un territorio voglia uscire dalla zone rosse, ma scegliamo con grande prudenza i prossimi passaggi".

Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, ospite a "Che Tempo che Fa" su Rai3. "Per me la linea resta quella della massima cautela - ha precisato ancora Speranza - Facciamo attenzione anche quando parliamo di allentare le misure. Ci vuole prudenza e cautela. Le misure messe in campo stanno dando i primi risultati ma ancora non bastano. Io penso che di fronte a un'epidemia il Paese deve camminare unito. Sarebbe folle farsi prendere dalle polemiche". Per il ministro, inolre, "i numeri sono ancora imponenti e ci dicono che non dobbiamo abbassare la guardia. Anche se nelle ultime due settimane l'Rt è sceso, negli ultimi giorni è 1,18. Questo significa che le misure che abbiamo attuato, che distinguono le aree e i territori, stanno dando i primi effetti. Ma attenzione, sono i primissimi effetti e bisogna tenere duro. Abbiamo visto in estate con quale velocità il virus si è nuovamente diffuso. In questo momento l'unica cosa che funziona sono le misure restrittive e non c'è alternativa a questi sacrifici". Secondo Speranza "il vaccino è un'arma fondamentale per combattere questo virus. Per avere l'ok delle grandi agenzie del farmaco mondiali, c'è bisogno di processi molto rigorosi e io credo molto nell'efficienza di queste istituzioni. Quando ci dicono che è sicuro, dobbiamo fidarci. I vaccini - ha ricordato Speranza - sono una delle più grandi conquiste della storia dell'umanità, hanno salvato la vita a migliaia di persone, e guai a far passare messaggi sbagliati sui vaccini. Siamo alla vigilia di una campagna mondiale, e che ci aiuterà a combattere un virus che ha causato morte e bloccato le nostre vite".

(ITALPRESS).

spf/ads/red