Coronavirus, Speranza: tuteliamo salute persone più fragili

Gci

Roma, 6 mar. (askanews) - "Nell'ambito dell'emergenza sanitaria che stiamo vivendo, è nostro compito tutelare la salute delle persone fragili, colpite da una o più patologie, particolarmente esposte alle complicanze del coronavirus". Lo ha ribadito il Ministro della Salute, Roberto Speranza che, con il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli, hanno incontrato ieri al Dipartimento di Protezione Civile di Roma i rappresentanti delle associazioni di pazienti oncologici e onco-ematologici del progetto "La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere".

Un incontro, ha detto oggi Speranza, che ha rappresentato "un momento di confronto importante per recepire i suggerimenti dei pazienti oncologici e onco-ematologici che sono, comprensibilmente, spaventati. Ora il Professor Locatelli, Presidente del CSS, coinvolgendo altri membri del Comitato tecnico-scientifico del Governo, si farà carico di definire raccomandazioni utili per la sicurezza delle persone con tumore e degli operatori".

Tra i punti chiave toccati nell'incontro, le raccomandazioni specifiche per i pazienti oncologici; la gestione dell'accesso alle strutture sanitarie nazionali per i pazienti in terapia o in follow-up; le precauzioni aggiuntive per i pazienti con tumore del polmone; la disponibilità di dispositivi di protezione; le direttive per gli operatori di trasporto nazionale per la previsione di percorsi protetti per i pazienti oncologici che devono viaggiare per improcrastinabili motivi di salute.