Coronavirus, spunta quarto caso toscano: è giovane norvegese

Xfi

Firenze, 26 feb. (askanews) - Quarto di coronavirus in Toscana. Si tratta di un 26enne di nazionalità norvegese, rientrato a Firenze, da pochi giorni, dopo aver fatto scalo a Monaco, dal proprio Paese. Il giovane, che vive a Firenze da agosto, è ricoverato, in buone condizioni, all'ospedale di Ponte a Niccheri. Il caso si aggiunge a quello dell'imprenditore rientrato il 6 gennaio a Firenze, da Singapore, di un amico di quest'ultimo e di un uomo di 49 anni a Pescia (Pistoia).

L'assessore regionale al Diritto alla Salute, Stefania Saccardi, precisa ad Askanews, tende ad escludere che l'imprenditore fiorentino, titolare di un camping e gestore di uno stabilimento balneare, possa aver contratto il virus a Singapore: "è tornato ai primi di gennaio, erano passati troppi giorni quando si sono manifestati i sintomi. E' in corso la ricostruzione dei suoi contatti".

Anche in Toscana quindi si cerca il paziente zero, perché la famiglia (moglie e quattro figli, tutti in quarantena) era rientrata in Italia dal 6 gennaio, mentre i sintomi sull'uomo si sono manifestati molto più tardi, il 16 febbraio, proprio al limite massimo di 40 giorni previsti per l'incubazione del Covid-19.