Coronavirus, "su Roma allarme preventivo"

webinfo@adnkronos.com

"Quello su Roma è stato un allarme preventivo, sulla scorta di quello che abbiamo visto a Codogno". Lo ha detto Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento di malattie infettive dell'Istituto superiore sanità, rispondendo ai giornalisti in conferenza stampa alla Protezione Civile sulla situazione della Capitale alle prese con Covid-19. "Ora, se vediamo anche un piccolo aumento in una località lontana dalla" vecchia "zona rossa, è giusto attenzionarla", ha spiegato Rezza. Ed è stato corretto, secondo l'esperto, estendere questa zona di attenzione a tutta Italia, come è avvenuto con il nuovo Dpcm.