**Coronavirus: su sforamento 0,2% domani punto Conte-ministri, c'è chi chiede di più**

**Coronavirus: su sforamento 0,2% domani punto Conte-ministri, c'è chi chiede di più**

Roma, 3 mar. (Adnkronos) – Lo sforamento del deficit per 3,6 miliardi, pari allo 0,2%, ottenendo flessibilità dalla Commissione europea come previsto dal patto di stabilità per i Paesi alle prese con circostanze eccezionali non è stato oggetto di confronto nella riunione tra il premier Giuseppe Conte, il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri e i capidelegazioni sull'emergenza Coronavirus. Il tema sarà affrontato, viene spiegato all'Adnkronos da fonti di governo, nell'incontro in programma domattina tra il presidente del Consiglio e i ministri, alle 10 a Palazzo Chigi.

Intanto si cercano nuove risorse, per rafforzare le misure per fronteggiare i contraccolpi economici del Covid-19. E non è escluso che si chieda all'Europa uno sforzo aggiuntivo, spostando l'asticella da quello 0,2% indicato dal responsabile del Mef nei giorni scorsi. C'è infatti chi, soprattutto nelle file del M5S, preme per una maggiore richiesta di flessibilità all'Ue. Ma il tema verrà affrontato domani e domani verrà sciolta la riserva.