Coronavirus, Tajani: serve risposta europea, basta egoismi

Pol/Bac

Roma, 13 mar. (askanews) - "Servono soluzioni politiche per far ripartire l'economia, misure ambiziose e di ampio respiro, sia congiunturali che strutturali. E' urgente un piano della Banca europea degli investimenti per infrastrutture, ospedali compresi. Ma questo non basta. Sia chiaro: il Coronavirus è un problema europeo. E' necessaria una risposta europea coordinata sia sul fronte monetario sia su quello fiscale. I governi nazionali devono agire senza calcoli egoistici". Lo scrive Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, in un intervento su 'Il Giornale'.

"Per questo - aggiunge - va assolutamente rinviato il voto sul Fondo salva Stati previsto per lunedì. Servono risorse per la cassa integrazione, per i mutui, per gli acquisti sanitari. Ma anche per sostenere le fasce più deboli, chi rimarrà senza lavoro nelle prossime settimane a causa della crisi, per le famiglie in quarantena, per l'assistenza ai minori e agli anziani non auto-sufficienti. Servono sussidi e linee di credito alle imprese in difficoltà".

"La nostra economia - conclude Tajani - si trova davanti a uno choc senza precedenti. L'Unione europea deve ritrovare le ragioni del suo essere attraverso un gigantesco Piano di sostegno alle famiglie, alle imprese, all'economia tutta, senza avere paura di utilizzare tutta la forza di un bazooka e non quella di una pistola quasi scarica".