Coronavirus, Tar Lombardia: illegittimo vantaggio per Diasorin

fcz

Milano, 8 giu. (askanews) - Grazie all'accordo raggiunto con la Fondazione San Matteo "Diasorin ha acquisito un illegittimo vantaggio competitivo rispetto agli opertori del medesimo settore". Lo scrivono i giudici del Tar della Lombardia nella sentenza con cui hanno annullato l'accordo tra la multinazionale piemontese e l'ospedale pavese per la sperimentazione dei test sierologici. Per effetto dell'intesa, rilevano i giudici amministrativi, Diasorin ha infatti "potuto contare in modo esclusivo sul determinante apporto di mezzi, strutture, laboratori, professionalit, tecnologie e conoscenze scientifiche messe a sua esclusiva disposizione dalla Fondazione".

Il problema, si legge ancora nella sentenza, che l'accordo per la sperimentazione dei test sierologici "non diretto ad una mera validazione di prodotti finiti, ossia ad un'attivit che il San Matteo potrebbe riprodurre in favore di altri operatori, ma alla realizzazione di kit e prodotti che sono venuti ad esistenza solo per effetto delle attivit svolte dal Policlinico San Matteo in base all'accordo e dietro compenso".