Coronavirus, Toffanin (Fi): governo dia risposte chiare a commercianti

Pol/Vlm

Roma, 10 mar. (askanews) - "E' necessario che il governo chiarisca attraverso una più efficace comunicazione le disposizioni emanate con gli ultimi Dpcm. Lo chiedono, e noi parlamentari abbiamo il dovere di dare risposte, i commercianti di beni di non prima necessità, i titolari di bar, i ristoratori e tutte le categorie direttamente coinvolte. In particolare, se i motivi per i quali un cittadino si può spostare da casa riguardano solo la salute, il lavoro e la spesa di alimenti e medicinali, come possono i pubblici esercizi in genere far fronte a spese di apertura e di personale senza avere fruitori?". Lo dichiara la senatrice di Forza Italia, Roberta Toffanin.

"Molti si vedono per questo già costretti a chiudere l'attività, e pertanto sarebbe opportuno che il governo prevedesse sin da subito agevolazioni per sostenere la mancata liquidità per mancati incassi. Siamo tutti d'accordo sul fatto che la situazione è tale per cui si devono eliminare il più possibile i contatti interpersonali, ma disposizioni chiare e univoche avrebbero evitato di lasciare le responsabilità della chiusura degli esercizi commerciali ai singoli soggetti, con conseguenti risvolti sociali, psicologici, oltre che economici", conclude.