Coronavirus: tornano da zone rosse e fanno video per strada, Procura Agrigento indaga

Coronavirus: tornano da zone rosse e fanno video per strada, Procura Agrigento indaga

Palermo, 9 mar. (Adnkronos) – Due giovani donne che arrivano dalle zone rosse e che vanno in giro ad Agrigento scherzando e ridendo sul decreto del Governo. E' un video che gira da ieri sui social nell'agrigentino. Il video è finito anche nelle mani degli inquirenti che adesso stanno per identificare le due donne che hanno violato il Dcpm. Sul video è intervenuta anche la Procura di Agrigento: "In relazione ad alcuni video che circolano sui social network", la Procura della Repubblica di Agrigento "ricorda che violare le cosiddette zone rosse integra il reato di cui all'art. 650 c.p. che prevede la pena dell'arresto fino a tre mesi". "Si ricorda poi , anche al fine di evitare di incorrere nel più grave reato di cui all'art. 438 c.p., che le persone che provengono dalle suddette zone devono mettersi a disposizione della competente autorità sanitaria al fine di impedire il propagarsi della epidemia". Si rappresenta, "infine, che la diffusione di false notizie sulla epidemia in corso sui social network può integrare il reato di "procurato allarme" di cui all'art. 658 cp".

La Procura sottolinea che "La Polizia di Stato e l'Arma dei Carabinieri stanno già identificando i responsabili di alcune gravi ed irresponsabili condotte diffuse ieri su internet".